Il Governo ha stanziato nuovi finanziamenti per le Scuole Paritarie nell’ultima versione del “Decreto Rilancio”.

Un passo avanti importante ottenuto nella battaglia per ottenere il riconoscimento delle istanze delle famiglie, alle quali deve essere garantita la piena libertà di scelta rispetto all’istruzione dei propri figli, scegliendo, se lo ritengono, le  Scuole Paritarie; scuole che fanno parte, per legge e a tutti gli effetti, del Sistema Nazionale di Istruzione e che svolgono un servizio pubblico innegabile ed essenziale.


Scuole paritarie: dopo la protesta, arrivano 150 milioni

Scuole paritarie: dopo la protesta, qualcosa si è mosso. Nell’ultima versione del decreto Rilancio, quella poi firmata dal Presidente della Repubblica, all’articolo 233 è stato inserito un nuovo stanziamento di 70 milioni, «a titolo di sostegno economico – si legge – in relazione alla riduzione o al mancato versamento delle rette o delle compartecipazioni comunque denominate, da parte dei fruitori fino ai sedici anni di età, determinato dalla sospensione dei servizi in presenza a seguito delle misure adottate per contrastare la diffusione del Covid-19». […]

[…] Complessivamente, dunque, per le scuole paritarie, dall’infanzia alla secondaria di secondo grado (ma soltanto fino ai 16 anni), sono previsti stanziamenti per 150 milioni di euro, del miliardo e mezzo messi a disposizione dell’intero sistema scolastico nazionale. […] (per leggere l’intero articolo: LINK)

 

 

Altre news

Paritarie “Invisibili”… allo Stato conviene?
Noi Siamo Invisibili
Decreto Rilancio, preoccupazione per le Scuole Paritarie